Assemblea annuale dell’Associazione Avvocati Albanesi in Italia, tenutasi a Padova il 13 aprile 2024.

Codice di Famiglia della Repubblica di Albania, tradotto in italiano.

Durante l’assemblea annuale della nostra Associazione è stato anche presentato il Codice di Famiglia della Repubblica di Albania, tradotto in italiano da alcuni membri dell’Associazione e pubblicato dalla casa Editrice Wip Edizioni. Il codice sarà uno strumento utile a tutti gli operatori del diritto, avvocati e giudici, che si trovano a dover applicare il Codice di Famiglia albanese nei procedimenti di divorzio azionati avanti ai Tribunali italiani. A tale scopo, verrà inviata una copia cartacea a tutti i Tribunali italiani, nonché una copia digitale a tutti gli Ordini degli Avvocati in Italia in modo che possano inviarlo ai loro iscritti.

Per l’occasione della presentazione del Codice abbiamo avuto il piacere e l’onore di avere con noi, in qualità di ospite, la Console Generale del Consolato albanese a Milano Dott.ssa Anila Pojani, la quale, oltre a trasmetterci i saluti della istituzione che rappresenta si è complimentata con la nostra Associazione per la realizzazione di questo bellissimo progetto e per la nostra attività quotidiana in favore della comunità albanese in Italia.

Al termine di un contesto assembleare molto partecipato è seguita la nostra consueta cena conviviale, in un clima festivo tra amici e colleghi.

Ringraziamo tutti i Soci che si impegnano per la crescita della alla nostra associazione.

AAI

DECRETO FLUSSI 2023-2025 

Programmazione dei flussi d’ingresso legale in Italia dei lavoratori stranieri per il triennio 2023-2025

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.P.C.M. relativo alla programmazione dei flussi d’ingresso legale in Italia dei lavoratori stranieri per il triennio 2023 2025. Il provvedimento definisce i criteri per l’individuazione dei nuovi flussi e prevede complessivamente 452.000 ingressi, di cui 136.000 nel 2023, 151.000 nel 2024 e 165.000 nel 2025, per motivi di lavoro subordinato stagionale,  non stagionale e di lavoro autonomo. 

I termini per la presentazione delle richieste di nulla osta al lavoro per gli ingressi nell’ambito delle quote sono: dal 2 dicembre per  i lavoratori subordinati non stagionali che hanno accordi di cooperazione con l’Italia; dal 4 dicembre per gli altri lavoratori subordinati non stagionali e dal 12 dicembre per i lavoratori stagionali.

AAI

Incontro presso l’Ambasciata d’Albania in Italia 

L’AAI rappresentata dalla vicepresidente avv. Ina Begici ha partecipato ad un incontro che si è tenuto a Roma il 30 settembre 2023, presso l’Ambasciata d’Albania in Italia. All’incontro erano presenti il Ministro degli Interni Albanese, l’Ambasciatrice e ulteriori personalità albanesi rappresentative di varie categorie professionali. L’obiettivo dell’ incontro era finalizzato a costituire una sorta di banca dati di tutti i cittadini albanesi presenti sul territorio italiano, al fine di garantire alla popolazione Albanese residente all’estero l’adeguata tutela e l’esercizio dei loro diritti.

Richiesta di sottoscrizione di accordo bilaterale tra la Repubblica d’Albania e l’Italia in materia previdenziale 

L’Associazione degli Avvocati Albanesi in Italia ha inviato una formale richiesta al Ministero della Giustizia ed alle Autorità competenti con l’intento di promuovere un’azione positiva del Governo Italiano e del Governo Albanese per la stipula di un accordo tra i due Stati in materia previdenziale.

Attualmente, infatti, l’assenza di un accordo bilaterale nega ai cittadini italo-albanesi il diritto alla pensione per la mancata totalizzazione dei periodi assicurativi maturati nel Paese di origine.

L’accordo bilaterale tra l’Italia e l’Albania in materia sociale rappresenta un passo significativo nella promozione della cooperazione tra i due Paesi. 

L’AAI è impegnata da anni in prima linea ad affiancare gli immigrati di prima generazione, oggi cittadini italiani di origine albanese, al fine di sostenere e tutelare un loro diritto.

La ratifica dell’accordo e la sua applicazione rafforzerebbe ulteriormente l’amicizia tra Italia e Albania, oltre a consacrare un principio di giustizia sociale.


Associazione Avvocati Albanesi in Italia